Dal “proliferare di armi” alla richiesta di autonomia che “penalizzerebbe alcune regioni”, dal concetto “sbagliato e a cui ci opponiamo” di famiglia e del ruolo della donna alle giunte regionali sarde e lucane non ancora al lavoro fino alle alleanze in Europa. Dal palco di Perugia, il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio, ha attaccato le politiche di Matteo Salvini e della Lega.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Legittima difesa, Mattarella promulga la riforma del codice penale

next
Articolo Successivo

M5s ora vuole chiarimenti su Arata: ‘Salvini spieghi’. Centinaio: ‘Conte dimette Siri senza accordo? Viene meno fiducia’

next