Dal “proliferare di armi” alla richiesta di autonomia che “penalizzerebbe alcune regioni”, dal concetto “sbagliato e a cui ci opponiamo” di famiglia e del ruolo della donna alle giunte regionali sarde e lucane non ancora al lavoro fino alle alleanze in Europa. Dal palco di Perugia, il vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio, ha attaccato le politiche di Matteo Salvini e della Lega.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Legittima difesa, Mattarella promulga la riforma del codice penale

next
Articolo Successivo

M5s ora vuole chiarimenti su Arata: ‘Salvini spieghi’. Centinaio: ‘Conte dimette Siri senza accordo? Viene meno fiducia’

next