Questo è “un governo che non sta governando. Continua a litigare su tutto e di fatto rinvia le decisioni ed allunga i tempi delle risposte”. Lo ha affermato il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, parlando a margine di una iniziativa del sindacato sul welfare, commentando le ultime tensioni tra Lega e M5s sul “salva Roma”. “Continuano a usare nomi molto elettorali: decreto crescita, decreto sblocca cantieri” nella sostanza “non veri. C’è una distanza siderale tra quello che dicono e quello che fanno“, ha sottolineato Landini. “Cominciano ad emergere differenza di fondo concrete e pensare che il contratto di governo copra tutto è un errore”, così come “continuare a non confrontarsi con le parti sociali”, ha proseguito confermando “tutte le iniziative di mobilitazione” già decise fino a fine giugno. “Le politiche sociali ed economiche di questo governo non vanno bene. Noi stiamo dicendo cosa bisogna fare ma non ci ascoltano“, ha rimarcato Landini.