Questo è “un governo che non sta governando. Continua a litigare su tutto e di fatto rinvia le decisioni ed allunga i tempi delle risposte”. Lo ha affermato il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, parlando a margine di una iniziativa del sindacato sul welfare, commentando le ultime tensioni tra Lega e M5s sul “salva Roma”. “Continuano a usare nomi molto elettorali: decreto crescita, decreto sblocca cantieri” nella sostanza “non veri. C’è una distanza siderale tra quello che dicono e quello che fanno“, ha sottolineato Landini. “Cominciano ad emergere differenza di fondo concrete e pensare che il contratto di governo copra tutto è un errore”, così come “continuare a non confrontarsi con le parti sociali”, ha proseguito confermando “tutte le iniziative di mobilitazione” già decise fino a fine giugno. “Le politiche sociali ed economiche di questo governo non vanno bene. Noi stiamo dicendo cosa bisogna fare ma non ci ascoltano“, ha rimarcato Landini.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Reddito, Anpal: “Oltre 16mila candidature per i 3mila posti da navigator”. Maggior parte laureati in Giurisprudenza e da Sud

prev
Articolo Successivo

Ok, il Sig. Reddito di Cittadinanza mi comunica quando posso prendere la tessera (e i soldi)

next