Prima ha ucciso a bastonate la moglie, poi si è tolto la vita impiccandosi. L’omicidio-suicidio si è consumato venerdì mattina a Zola Predosa, alle porte di Bologna. L’uomo, 84 anni, secondo la ricostruzione degli investigatori, ha ammazzato la moglie con un bastone o una traversina in legno, colpendola più volte al capo. Poi si è impiccato all’interno dell’appartamento a poca distanza dalla moglie, sua coetanea.

L’allarme – come riporta Il Resto del Carlino – è scattato attorno all’ora di pranzo, quando un operaio al lavoro in un cantiere nella casa attigua ha visto i due corpi da una finestra e ha chiamato i carabinieri. La coppia, originaria della Romagna, si era trasferita in provincia di Bologna da 5 anni perché l’uomo aveva bisogno delle cure mediche.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Milano, chi è la vittima dell’agguato in via Cadore: ha precedenti per droga ed è già sfuggito a un killer nel 1998

prev
Articolo Successivo

Reggio Calabria, tre ventenni arrestati per stupro di gruppo su coetanea. “Uno ha minacciato testimone perché tacesse”

next