“Se Giovanni Tria continua a fare il tecnocrate per me non fa parte di questo governo. Si deve mettere in testa che questo è un esecutivo politico, non tecnico”. A dirlo, a Sum 2019, Gianluigi Paragone. Il senatore del Movimento 5 stelle, nei giorni scorsi, aveva attaccato il ministro dell’Economia per il caso della consigliera, Claudia Bugno, e per la firma dei decreti attuativi per i truffati delle banche.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Casaleggio: “Multa a Rousseau? Attacco politico. A capo di Autorithy per Privacy non può stare ex capogruppo Pd”

next
Articolo Successivo

M5s, De Luca: “Multa a Rousseau? 50mila euro sono pure pochi. Fanno palle dirette, altro che democrazia diretta”

next