Ospite venerdì 29 marzo alle 22.45 su Nove a “La Confessione” di Peter Gomez è il cantante e produttore discografico Manuel Agnelli. Nato nel 1966 a Milano cresce in provincia, a Corbetta, dove ha modo di vedere l’esplosione del fenomeno dell’uso dell’eroina fra i giovani. “Noi stavamo attenti ad attraversare, mi ricordo, i parchetti, le parti verdi diciamo, guardando per terra, cercando le siringhe, gli aghi, stando attenti a non bucarci – racconta il frontman degli Afterhours (in onda con “Ossigeno” su Rai3 dal prossimo 4 aprile alle ore 23.10).  Era un periodo in cui l’eroina era veramente dilagata e non era nemmeno più una novità quindi il problema vero era che non se ne parlava più. Era proprio gente dimenticata. Poi le droghe sono cambiate, sono ancora purtroppo tantissime e l’eroina sta tornando purtroppo”. “Ma una persona come lei, che è cresciuta in un ambiente così, in quegli anni, che rapporto ha con le droghe adesso?”, domanda il direttore de Ilfattoquotidiano.it. “Di divertimento. Forse non ho la natura da dipendente in un modo o nell’altro – spiega l’artista – questo mi ha aiutato, il fatto di avere un carattere abbastanza deciso e risoluto e quindi di non essere mai caduto nel tranello di dovermi consolare, supportare”. “E’ a favore della legalizzazione delle droghe leggere? Solo delle leggere…”, domanda Gomez. La risposta del musicista è spiazzante: “No, anche delle pesanti“. I motivi sono vari: innanzitutto, “perché ci sarebbe più controllo sulla qualità delle droghe, quindi meno morti per overdose”; in secondo luogo “perché, paradossalmente, psicologicamente penso che sarebbe un deterrente non indifferente, come dimostrato con l’alcol”; infine, conclude il cantante “penso che sarebbe anche una botta pazzesca – conclude – nei confronti delle associazioni a delinquere che invece vivono sul commercio illegale della droga”.

“La Confessione” (12 episodi per 30’) è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia ed è disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play). Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La Confessione (Nove), Gomez ad Agnelli: “Cosa pensa di Fedez?”. “Imprenditore pazzesco. Il peggior giudice di X-Factor? Ventura”

next
Articolo Successivo

Balle Spaziali, Marco Travaglio smonta 5 fake news: è vero che Roberto Formigoni deve uscire subito dal carcere?

next