“Questa missione era già stata prevista e rimandata per lo shutdown. Sono contento che capiti in questa settimana perché avrò modo di spiegare al nostro alleato, gli Stati Uniti, che siamo alleati e vogliamo restare nella Nato e siamo partner commerciali. Lo afferma il vicepremier, Luigi Di Maio. “Non sono qui per rassicurare ma per portare avanti ancora di più le relazioni politiche e commerciali” dice rispondendo a chi gli chiedeva se la missione americana, appena iniziata, fosse per rassicurare gli Usa dopo l’accordo sulla Via della Seta.

“Come governo – ha continuato Di Maio – siamo sostenitori dell’intesa che si sta provando a portare avanti fra Europa e Stati Uniti, fra” Jean-Claude Junker e Donald Trump “per i nuovi accordi commerciali: “crediamo che sia una buona opportunità per far ripartire il comparto automotive in Europa e in Italia, e questo ci consentirà di essere più forti dal punto di vista della produzione industriale”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Congresso Famiglie, Meloni contro tutti: “Voi dite falsità”. Gruber: “Quel ‘voi’ lo dica a qualcun altro”

prev
Articolo Successivo

Sandro Gozi alle Europee con Macron: “C’è un’altra Italia oltre Di Maio e Salvini. Zingaretti dialoghi con en Marche”

next