L’evento “It’s showtime” allo Steve Jobs Theater di Cupertino, in California, ha soddisfatto le aspettative e per certi versi le ha superate. Come previsto, il protagonista dello show di Apple è stato il nuovo servizio di streaming video a pagamento, Apple TV+, ma non sono mancate le sorprese. Hanno esordito anche Apple News+ e la Apple Card. Il primo è un servizio a pagamento che consente di accedere a 300 riviste e quotidiani. La seconda è una carta di credito dell’azienda di Cupertino, pensata appositamente per iPhone.

Non ci sono stati annunci hardware, che del resto erano improbabili, quindi la Apple TV resta la stessa di sempre, nonostante l’ultima versione risalga al 2017.

Vediamo nel dettaglio che cos’ha annunciato Apple e se/quando i nuovi servizi sbarcheranno nel Belpaese.

Apple TV+, News+ e Apple Card, tutte le novità dell’evento Showtime

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Samsung Galaxy Fold in prenotazione in Europa dal 26 marzo, consegne dal 3 maggio. Costa 2.000 euro

prev
Articolo Successivo

Huawei P30 e P30 Pro, due nuovi smartphone top di gamma per chi ama le foto

next