Doppietta Mercedes nel Gran Premio di Australia, prima gara del Mondiale di Formula 1 2019. Trionfa a sorpresa Vallteri Bottas davanti a Lewis Hamilton. Terzo posto per Max Verstappen sulla nuova Red Bull motorizzata Honda. Fuori dal podio la Ferrari con Sebastian Vettel che non va oltre il quarto posto davanti al compagno di squadra Charles Leclerc. Rosse lontanissime dalle Mercedes. Sesto posto per Kevin Magnussen su Haas, settimo per Nico Hulkenberg su Renault. Ottavo posto per Kimi Raikkonen su Alfa Romeo. Chiudono la top ten Lance Stroll su Racing Point e Daniil Kvyat su Toro Rosso. Quindicesimo posto per Antonio Giovinazzi sull’altra Alfa Romeo, al debutto da pilota ufficiale in Formula 1 e primo pilota italiano dopo otto anni. Bottas ha ottenuto anche il giro veloce, che da quest’anno assegna un punto di bonus nella classifica generale. “Sono molto contento, è stata la gara della vita. La mia migliore in carriera. Sono molto felice anche per il giro veloce e ora non vedo l’ora di arrivare alla prossima gara”. Così Bottas ha commentato la vittoria nel Gran Premio di Australia di Formula 1 subito dopo aver tagliato il traguardo.

Prossimo appuntamento con il Mondiale di F1 il 31 marzo con il Gran Premio del Bahrain.
La classifica del Mondiale piloti
1. Valtteri Bottas Fin/Mercedes 26 punti; 2. Lewis Hamilton Gbr/Mercedes 18; 3. Max Verstappen Ola/Red Bull-Honda 15; 4. Sebastian Vettel Ger/Ferrari 12; 5. Charles Leclerc Mon/Ferrari 10. Classifica costruttori
1. Mercedes 44 punti; 2. Ferrari 22; 3. Red Bull/Honda 15; 4. Haas/Ferrari 8; 5. Renault 6.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

F1, qualifiche del Gp d’Australia. Tutto come prima: Hamilton in pole, poi Bottas. Vettel terzo, Leclerc quinto

prev
Articolo Successivo

Formula 1, Lewis Hamilton vince per la terza volta il Gp del Bahrain. Terza la Ferrari di Leclerc

next