Non aumentare il subappalto e mantenere tutte le norme sui diritti e la legalità“. A rivendicarlo, dopo l’incontro sullo Sblocca-cantieri a Palazzo Chigi con il premier Giuseppe Conte e il ministro del Lavoro Luigi Di Maio, il segretario della Cgil, Maurizio Landini. “Ci è stato detto che non intendono modificare il tetto massimo attuale del 30% per i subappalti, ma, almeno per ora, non ci è stato consegnato alcun testo, quindi aspettiamo l’incontro tecnico”, ha rivendicato Landini.  Di Maio, però, ha cercato di garantire i sindacati: “Non ci sarà alcun arretramento sulla legalità e sul tema dei diritti dei lavoratori”, ha rivendicato, allontanando così le ombre su un ridimensionamento delle norme sull’Anticorruzione, dopo l’assalto leghista al codice degli appalti