“L’accordo sui navigator? Siamo più ottimisti, è più vicino“. A rivendicarlo i rappresentanti delle Regioni al termine dell’incontro con il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio sul reddito di cittadinanza al Ministero. “Sono più ottimista di qualche giorno fa, il governo ha compreso le esigenze delle Regioni e viceversa. Stiamo lavorando, ma l’ultima parola spetta alla Conferenza delle Regioni”, ha chiarito il presidente della regione Liguria Giovanni Toti, precisando che “sono arrivati, ha detto, chiarimenti importanti sul ruolo di questi accompagnatori”.
“Navigator nuovi precari? Anche se in numeri inferiori, i navigator restano collaboratori, precari per i prossimi due anni o poco meno. Non sarà possibile che vengano stabilizzati dalle Regioni, si faranno un’esperienza e poi potranno partecipare ai concorsi”, ha però chiaro Cristina Grieco, coordinatrice della Commissione Lavoro della Conferenza delle Regioni e assessore del Lavoro della regione Toscana
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Tav, Gomez su La7: “Se Francia rimanda di 20 anni la costruzione del suo tratto, è ingiusto che Italia paghi di più”

prev
Articolo Successivo

M5s, sono stato al Villaggio Rousseau e vi racconto cosa si vede e cosa no

next