“Quei fatti sono ancora attuali perché le persone che erano state attinte da quelle indagini sono ancora al potere”. A sottolinearlo è Marco Travaglio, direttore de Il Fatto Quotidiano riferendosi alle inchieste Why not e Poseidone, risalenti a 10 anni fa e portate avanti da Luigi de Magistris, all’epoca 40enne. In quel periodo il sindaco di Napoli era pm della Procura di Catanzaro e le sue indagini coinvolsero personaggi noti del panorama politico e istituzionale. Improvvisamente gli furono tolte e, a distanza di 10 anni, la Corte d’appello di Salerno ha decretato l’illegittimità di tale atto, accogliendo il ricorso di de Magistris. “Noi lo avevamo detto dieci anni fa ” aggiunge Travaglio. “Quelle inchieste mi sono state sottratte ingiustamente, oggi ne abbiamo avuto conferma – afferma de Magistris -. Hanno usato il tritolo istituzionale per fermarmi. Purtroppo, la verità su quelle vicende non si saprà mai. E quei personaggi girano ancora all’interno dello Stato”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Divorzio, “niente assegno se la moglie non cerca un lavoro”: la decisione della giudice di Treviso

next
Articolo Successivo

Paolo Ruggirello arrestato, considerare l’autismo come una benedizione è una porcheria

next