Nicola Gratteri è l’ospite de “La Confessione” di Peter Gomez venerdì 8 marzo alle 22.45 su Nove. Il magistrato e il giornalista ripercorrono i fatti del 2014 quando l’allora presidente del Consiglio incaricato Matteo Renzi propose a Gratteri di diventare ministro della Giustizia. Il Procuratore della Repubblica di Catanzaro ricorda di essere stato chiamato dall’allora ministro Graziano Delrio che voleva assolutamente che il magistrato raggiungesse Roma il prima possibile. “Quando arrivai lì, trovai anche Matteo Renzi che incontravo per la prima volta – racconta Gratteri – Parlammo di giustizia e riforme per quasi tre ore. Io ero convinto che le riforme che proponevo non sarebbero mai passate, ma Renzi mi assicurava che avrebbe combattutto arrivando a garantirmi carta bianca al ministero”. Il giorno dopo l’accordo sembra fatto: “Mi chiamò Renzi e mi disse che avrei fatto parte della squadra di governo che sarebbe stata composta da 8 uomini e 8 donne”. Quando al pomeriggio le consultazioni al Quirinale si protraggono a lungo, il magistrato dice ai suoi collaboratori: “Stanno litigando per me”. E non ha torto. Perché Graziano Delrio lo richiama e conferma i suoi sospetti: “Napolitano non la vuole perché la considera un Pm troppo caratterizzato“. Gratteri confessa di essersi sentito sollevato: “Non litigate per me – dice a Delrio – Io amo visceralmente il mio lavoro e continuerò a farlo”.

“La Confessione” (12 episodi per 30’) è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia ed è disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play). Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

La Confessione, Valeria Marini: “Per chi ho votato? Salvini”. Gomez: “Giusto bloccare dei minorenni su una nave?”

prev
Articolo Successivo

La Confessione, Gomez a Gratteri su Nove: “Cos’è la ‘Santa’?”. “Salto di qualità della ‘ndrangheta verso potere reale”

next