Nicola Gratteri è l’ospite de “La Confessione” di Peter Gomez venerdì 8 marzo alle 22.45 su Nove. “Esiste la ‘ndrangheta e poi esiste una cosa che si chiama ‘Santa’, che cos’è?”, chiede il giornalista al Procuratore della Repubblica di Catanzaro, impegnato in prima linea nella lotta contro la criminalità organizzata. “La Santa è lo spartiacque tra la vecchia e la nuova ‘ndrangheta – spiega il magistrato – Nata nel ’69-’70, consente la doppia affiliazione di un ‘ndranghetista, cioè far parte della ‘ndrangheta e partecipare a una loggia massonica deviata“. Nel concreto, vuole dire che entrando nella loggia massonica, “un ‘ndranghetista è in grado di avere contatti diretti con i quadri della pubblica amministrazione”. Gratteri rievoca un episodio di alcuni aqnni prima: “Un collaboratore di giustizia mi ha detto che all’orecchio del Gran maestro c’erano tre incappucciati e tra questi c’erano anche dei magistrati. Quindi capite il grande salto di qualità della ‘ndrangheta, che cosa voglia dire essere un ‘santista’”. E se un santista viola le regole? “Si deve avvelenare – racconta il procuratore calabrese – Infatti nel rito di affiliazione della dote della Santa, gli si dà anche una dose di veleno“.

“La Confessione” (12 episodi per 30’) è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia ed è disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play). Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9.