“È assolutamente falso, io e Ilaria Loquenzi non c’entriamo niente”. Rocco Casalino, attuale portavoce del presidente del Consiglio e in precedenza numero uno della comunicazione del Movimento 5 stelle, chiarisce la sua posizione in merito al caso delle mancate restituzione di Giulia Sarti. La deputata, ora autosospesa dal Movimento, fa il nome dei due comunicatori in un sms all’allora fidanzato, per spiegare il perché della querela nei suoi confronti: “Me lo hanno chiesto Ilaria (Loquenzi, ndr) e Rocco per salvarmi la faccia”.  Casalino invece spiega a la sua versione dei fatti: “Io, all’epoca dei fatti, non ho incontrato Giulia Sarti di persona, non ero con Ilaria Loquenzi. Io mi ricordo ero al comitato m5s e io la chiamai, tra l’altro con dei testimoni, e le dissi se quello che tu dici, cioè che sei stata derubata, io le dissi denuncia il fatto. Il Pd chiede le mie dimissioni? Al Pd non rispondo”. Casalino si dichiara disponibile qualora venisse interpellato sulla vicenda dai pm di Rimini: “Io sono sempre disponibile, sempre a favore della giustizia”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Decretone, battibecco in Aula fra Marcucci (Pd) e Castaldi (M5s): “Offese e intimidazioni non più tollerabili”

prev
Articolo Successivo

M5s, Fattori: “Fine doppio mandato? Un suicidio. Di Maio è intelligente, mi fa arrabbiare che lasci scettro a Salvini”

next