Tu devi morire, torna nel tuo Paese”. Un 20enne ivoriano, Souleymane Rachidi, è stato vittima di un episodio di razzismo, come ha denunciato lui stesso in un video su Facebook, all’ospedale Mercato di San Severino, in provincia di Salerno. Come si vede dalle immagini, Rachidi è steso su un lettino in un corridoio del nosocomio. Di fronte a lui, una signora gli ripete che deve morire e che non lo vuole più vedere. Il ragazzo, dopo aver scritto che la responsabile era una dottoressa, si è corretto e ha parlato di un’infermiera. Che, quando lo ha accolto al pronto soccorso dopo le tre di notte, gli ha detto: “Salvini fa ancora entrare questa gente nel nostro Paese?”.

Sull’episodio è intervenuto anche il consigliere dei Verdi della Regione Campania, nonché membro della Commissione Sanità, Francesco Emilio Borrelli: “Farò subito chiarezza. Se la vicenda fosse confermata, sarebbe di una gravità inaudita“. Il direttore dell’azienda ospedaliera ha avviato, stando a quanto riportano i giornali locali, un’indagine interna.