A Melegnano oltre un migliaio di persone ha partecipato al corteo di solidarietà alla famiglia che ha adottato un ragazzo senegalese, Bakary, e si è ritrovata scritte razziste e insulti sotto casa. “Oggi in Italia c’è un clima di ostilità nei confronti dei migranti maggiore rispetto a quello di anni fa a causa di leggi e proclami di alcune personalità del governo”, racconta Paolo Pozzi, il padre adottivo del ragazzo. Da segnalare, all’inizio del corteo la presenza provocatoria di alcuni ragazzi che hanno esibito tatuaggi neonazisti prima di essere allontanati dal corteo.