Bagarre in aula alla Camera durante l’esame del ddl sul referendum propositivo. Gli esponenti del Partito Democratico e del Movimento 5 Stelle sono quasi arrivati alle mani, durante una bagarre alla Camera durante la discussione dei disegni di legge. Il Pd ha abbandonato l’Aula, dopo che il presidente, Roberto Fico, aveva respinto la richiesta di espellere dall’Aula il deputato M5S Giuseppe D’Ambrosio, per aver mimato il gesto delle manette nei confronti dell’esponente Pd Gennaro Migliore.
Mentre uscivano dall’Aula, Fico si è rivolto agli esponenti Dem con un “arrivederci“, visto che, ha spiegato, “mi state salutando”. A quel punto sono stati lanciati dei fogli contro il presidente dell’Assemblea, colpendo anche la segretaria generale Lucia Pagano, che ha deciso di sospendere la seduta. Fico aveva richiamato D’Ambrosio, aggiungendo che del caso se ne sarebbe occupato comunque il collegio dei Questori.
(fonte video Facebook Movimento 5 Stelle)
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Magistrati in politica, dal Csm sanzione disciplinare per Emiliano: si era candidato alla segreteria nazionale del Pd

prev
Articolo Successivo

Tav, Toninelli: “Nessuno contesti analisi costi-benefici. Coppola? Ha scritto un appuntino e non era del team esperti”

next