“Propongo alla Giunta il diniego all’autorizzazione a procedere”. Questa la decisione del presidente della Giunta e relatore Maurizio Gasparri sul caso della nave ‘Diciotti e che riguarda il ministro dell’Interno Matteo Salvini. “La decisione del presidente Gasparri non ci imbarazza. Noi terremo sempre fede ai valori del Movimento” afferma Mario Michele Giarrusso, che tuttavia non svela come il M5S voterà né in Giunta né in Aula di Palazzo Madama. Critiche alla proposta di Gasparri arrivano da Grasso (Leu): “Il fine, definito politico di governo non prevede alcuna valutazione sui mezzi per raggiungere quel fine. Questa è una deriva, che può costituire un precedente pericoloso”. Valutazione condivisa da Gregorio De Falco, senatore ex M5S: “Affermare questo principio significa fare coincidere il governo con lo Stato e l’immedesimazione poi – conclude il senatore oggi nel Gruppo Misto – attraverso una persona del governo e dello Stato è molto grave”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Abruzzo, dopo le regionali ho paura che Salvini diventi presidente del consiglio

prev
Articolo Successivo

Tav, Ponti: “Analisi manipolabile? Certo, ma meno di altri strumenti. Progetto ha sofferto di carico ideologico”

next