“Propongo alla Giunta il diniego all’autorizzazione a procedere”. Questa la decisione del presidente della Giunta e relatore Maurizio Gasparri sul caso della nave ‘Diciotti e che riguarda il ministro dell’Interno Matteo Salvini. “La decisione del presidente Gasparri non ci imbarazza. Noi terremo sempre fede ai valori del Movimento” afferma Mario Michele Giarrusso, che tuttavia non svela come il M5S voterà né in Giunta né in Aula di Palazzo Madama. Critiche alla proposta di Gasparri arrivano da Grasso (Leu): “Il fine, definito politico di governo non prevede alcuna valutazione sui mezzi per raggiungere quel fine. Questa è una deriva, che può costituire un precedente pericoloso”. Valutazione condivisa da Gregorio De Falco, senatore ex M5S: “Affermare questo principio significa fare coincidere il governo con lo Stato e l’immedesimazione poi – conclude il senatore oggi nel Gruppo Misto – attraverso una persona del governo e dello Stato è molto grave”

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Abruzzo, dopo le regionali ho paura che Salvini diventi presidente del consiglio

next
Articolo Successivo

Tav, Ponti: “Analisi manipolabile? Certo, ma meno di altri strumenti. Progetto ha sofferto di carico ideologico”

next