Contestazioni e attimi di tensione al convegno organizzato dalla Lega a Roma e a cui le attiviste di “Non una di meno” hanno preso parte con un blitz di protesta, finendo oggetto di spintoni e insulti. Tornata la calma il senatore Simone Pillon, ai pochi intervenuti, ha illustrato gli obiettivi del suo contestatissimo Disegno di Legge sull’affido condiviso e sul quale il sottosegretario M5S ha espresso la sua netta contrarietà. “Non chiamatelo DDL Pillon ci sono cinque progetti di legge e siamo aperti a modifiche. L’obiettivo e fare una buona legge” afferma il senatore della Lega, che sul punto più controverso, ovvero l’alienazione parentale, citata anche nel ‘Contratto di Governo’, teoria non riconosciuta dalla scienza internazionale non risponde alle domande.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Michele Emiliano: “C’è un complotto tra Renzi e Vendola per farci perdere e consegnare la Puglia a Salvini”

next
Articolo Successivo

Fuorionda integrale Conte-Merkel, “Salvini è contro tutti”. E su M5s-Lega: “Se dico ‘basta’ smettono di litigare”

next