Cappuccio in testa, passamontagna e catene e lucchetti per sigillare i cancelli. Un gruppo di studenti, tra domenica e lunedì, ha occupato l’istituto alberghiero Giacomo Matteotti di Pisa. E ha causato danni per migliaia di euro. Il preside, come hanno riferito i giornali locali, ha dovuto chiamare le forze dell’ordine per riuscire a entrare nella scuola. Nelle immagini, pubblicate in un servizio giornalistico da Rtv38, si vedono i ragazzi incappucciati accanirsi contro banchi, computer e arredi. E proprio il filmato, insieme ad altri, è ora all’esame della polizia per risalire agli autori dei vandalismi, riusciti a dileguarsi.
Intanto già ieri una rappresentanza del movimento studentesco che sta promuovendo le proteste in città e in provincia (oggi sono stati occupati altri tre istituti superiori cittadini) si è dissociata dai danneggiamenti procurati all’alberghiero stigmatizzando l’accaduto. Le proteste di questi giorni sono scattate per denunciare le condizioni critiche, dal punto di vista dell’edilizia scolastica, in cui versano numerosi plessi scolastici.

Video Rtv38