Si è risvegliata dal coma, ma rischia l’amputazione di una gamba Angela Grignano, la 24enne rimasta ferita nell’esplosione avvenuta ieri a Parigi. I medici mantengono la riserva sulla vita ma questa mattina avevano diminuito i farmaci per vedere come reagisva la paziente. Il fratello, padre Giuseppe Grignano arrivato nella capitale francese insieme ai genitori con un volo messo a disposizione dal Consolato italiano, ha detto che Angela avrebbe aperto gli occhi mostrando di essere in grado di risvegliarsi. Secondo quanto riporta La Repubblica la giovane ha riconosciuto i suoi familiari.

Nel pomeriggio i chirurghi sottoporranno la giovane a un secondo intervento per cercare di salvarle l’arto. “È rimasta una sola arteria ad irrorare la zona sotto il polpaccio – ha spiegato all’Ansa il fratello -. Nonostante il lungo intervento chirurgico di ieri i medici non sono riusciti, per le gravissime lesioni all’arto, a ripristinare la circolazione sanguigna. E purtroppo dalla gamba martoriata, Angela continua a perdere sangue”. I medici sono piuttosto cauti e riservati ed al fratello hanno riferito che “è in atto una forte infiammazione all’arto”, che potrebbe avere pesanti ripercussioni sulle condizioni generali della paziente. Siamo nelle mani di Dio”.

In un post su Facebook don Giuseppe ha postato una foto della sorella in cui scrive tra le altre cose: “Si chiude un giorno difficile e tragico per te e per la nostra famiglia che pensavo fossero solo nei film, si apre un domani pieno di attese e di sorprese. Da stamattina non faccio altro che ripetermi una frase che con speranza potrà accompagnare questo nuovo momento della tua vita: i tuoi sogni e i tuoi desideri non si infrangeranno, li trasformeremo insieme e saranno più belli di come li potevi immaginare! Vedrai sorella ce la farai come sempre, facendo da comandante come sai fare tu! Ringrazio il buon Dio perché ti ha tenuto con noi; per l’affetto, la preghiera e la vicinanza di tanta gente e della Chiesa di Trapani che servo e amo e che ci sostiene, ma soprattutto perché in questo momento drammatico non ti ha lasciato sola nemmeno un attimo anche se noi eravamo lontani… Ha messo accanto a te tanti angeli che ti hanno aiutata, curata e custodita, e che ringraziamo per cosa hanno fatto e stanno facendo per te e per noi! E poi tu che ti chiami Angela non potevi che trovarne tanti altri. Cum omni fiducia… Ce la faremo!”

Angela era arrivata a Parigi da un mese e mezzo: “Parigi, un’avventura sulla quale mi sono buttata a capofitto senza pensare, mia dimora ormai da un mese e mezzo nella quale ripongo grande fiducia e speranza. Alla quale sto donando tutta me stessa per mettermi in gioco e vedere cosa è disposta regalarmi dopo tanti sacrifici” aveva scritto a inizio 2019 Angela su Facebook. Dopo gli studi universitari, aveva scelto di trasferirsi nella capitale francese per due ragioni: non pesare economicamente sulla famiglia e trovare la sua strada nel campo dell’arte.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Cesare Battisti, l’ex terrorista cammina per le strade di Santa Cruz con barba finta: il video poco prima dell’arresto

prev
Articolo Successivo

Cesare Battisti arrestato, Conte: ‘In Italia nelle prossime ore’. Bonafede: ‘Non passerà dal Brasile, così avrà l’ergastolo’

next