Durante la visita in Polonia, dove ha incontrato l’omologo Joachim Brudzinski e il leader del partito di maggioranza (Partito diritto e giustizia), Jaroslaw Kaczynski, Matteo Salvini è stato contestato alla Tomba del milite ignoto. “Razzista, fascista. Qui c’è la Polonia antifascista!” ha gridato un uomo. Il gruppo di contestatori ha esibito uno striscione di critiche al leader della Lega ed è stato tenuto a debita distanza dalle forze dell’ordine.