“La nazionalizzazione non è un ipotesi sul tavolo”. A dirlo, rispondendo al sottosegretario alla Presidenza, Giancarlo Giorgetti, e alla linea di Luigi Di Maio e del M5s, è il commissario straordinario di Carige, Pietro Modiano, a margine dell’incontro col presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti. “Sulla nazionalizzazione degli istituti di credito mi trovo in disaccordo – ha detto Toti – Carige ha risorse e forze per rialzarsi sulle proprie gambe, prova ne è che oggi siamo felici di firmare l’accordo che conferma la partnership tra Banca Carige e Regione per il servizio di tesoreria”. “Siamo la banca del territorio, diventeremo la banca ‘esemplare’ del territorio a prescindere dalle prospettive di aggregazione” hanno inoltre ribadito i commissari straordinari di Carige, negando ogni paragone con casi come Mps e le banche venete: “Per mettere in sicurezza Carige non servono miliardi, ma bastano i 320 milioni di euro che il fondo interbancario aveva stanziato”.