La polemica sull’accoglienza della nave Sea Watch si infiamma nuovamente durante la consegna del premio dedicato alla memoria del giornalista Pippo Fava, a Catania. Sabato sera, dal palco del Teatro Stabile, l’ex magistrato Armando Spataro è tornato a gamba tesa nella questione, polemizzando direttamente con il ministro dell’Interno Matteo Salvini: “Non è possibile utilizzare la sicurezza, che è sicuramente un diritto importantissimo delle comunità, come un grimaldello contro quelli che sono i diritti fondamentali dell’uomo, come quello dell’accoglienza. Parafrasando i Pink Floyd, i muri li dobbiamo abbattere e non costruire per separare i popoli”. Anche don Luigi Ciotti, tra i fondatori dell’associazione Libera ha attaccato il vicepremier: “Questa deriva razzista va fermata. Ha ragione papa Francesco che spiega come non sia possibile andare prima in Chiesa a pregare e poi respingere la fragilità e la sofferenza delle persone”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s-Lega, che 2019 sarà per il governo Conte (e per il Pd)

next
Articolo Successivo

Sea Watch, Di Maio: ‘Malta faccia sua parte’. Premier Muscat: ‘Non faremo sbarcare migranti, bulli non vinceranno’

next