La domenica mattina, in via di Torpignattara, una musica celestiale esce dalla sezione del Pd. Sono i devoti filippini di una chiesa evangelica cristiana che da ormai un anno ogni domenica occupano la sede dello storico circolo per la loro messa settimanale.

Che Torpignattara sia un quartiere multietnico è ormai cronaca nazionale. Eppure la zona ha una storia antica legata alla Resistenza al nazifascismo e al Partito Comunista Italiano. Il PCI locale ha dato il suo contributo di sangue con il gappista Valerio Fiorentini che ammazzò il commissario filonazista e fu arrestato e ucciso alle fosse Ardeatine; la Brigata Stalin si distinse nella Battaglia del Monte Tancia. Anche dopo la fine della guerra il quartiere rimane profondamente rosso. “Il Partito era un punto di riferimento – racconta Ezio Canfora, iscritto nella sezione – Oggi non è più così. Abbiamo lasciato tutto ai comitati e alle associazioni”.

Con 50-60 iscritti, 27 like sulla pagina Facebook, il Pd di Torpignattara oggi fa fatica a tenere il passo con una popolazione profondamente cambiata, tanto che ospitare i cristiani filippini la domenica è comunque un occasione per tenere la sede aperta. “Il Pd fa fatica ad attrarre i giovani” conferma Gennaro Della Pietra, segretario della sezione fino ad un anno fa.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Terzo valico, Fico: “Se ci sono promesse elettorali mancate si va dagli elettori e si ridiscute. Tav? Non si farà”

prev
Articolo Successivo

Manovra, in serata il vertice per chiudere Salvini: “Nessuna nuova tassa sull’auto” Di Maio: ‘Mi fido degli alleati di governo’

next