“Siamo preoccupate e lo diciamo da tempo. Ma non passeranno:contro questo governo proclamiamo lo stato di agitazione permanente”. Tatiana del movimento Non Una di Meno non ha dubbi, mentre sono in migliaia a sfilare per il centro di Roma per la manifestazione in occasione della giornata contro la violenza sulle donne.

“Altro che governo del cambiamento: è il governo dell’arretratezza” dice ancora Tatiana. “È una situazione sempre più nera – dice Lella Palladino, presidente di D.I. Re Donne in rete contro la violenza -.Se è vero che non c’è stato un grossissimo taglio alle risorse destinate al piano nazionale contro la violenza sulle donne, è vero anche che dentro questo governo ci sono persone che portano avanti una grande rivalsa nei confronti delle donne e dei loro diritti”. I 5 stelle? “Si sono sempre espressi con battute molto sessiste – conclude Palladino -. Non avevamo grosse speranze rispetto a questo governo. Ma la realtà supera le nostre peggiori paure”.