“Siamo preoccupate e lo diciamo da tempo. Ma non passeranno:contro questo governo proclamiamo lo stato di agitazione permanente”. Tatiana del movimento Non Una di Meno non ha dubbi, mentre sono in migliaia a sfilare per il centro di Roma per la manifestazione in occasione della giornata contro la violenza sulle donne.

“Altro che governo del cambiamento: è il governo dell’arretratezza” dice ancora Tatiana. “È una situazione sempre più nera – dice Lella Palladino, presidente di D.I. Re Donne in rete contro la violenza -.Se è vero che non c’è stato un grossissimo taglio alle risorse destinate al piano nazionale contro la violenza sulle donne, è vero anche che dentro questo governo ci sono persone che portano avanti una grande rivalsa nei confronti delle donne e dei loro diritti”. I 5 stelle? “Si sono sempre espressi con battute molto sessiste – conclude Palladino -. Non avevamo grosse speranze rispetto a questo governo. Ma la realtà supera le nostre peggiori paure”.

A parole nostre - Sogni, pregiudizi, ambizioni, stereotipi, eccellenze: l'universo raccontato dal punto di vista delle donne. Non solo per le donne.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Violenza sulle donne, migliaia di persone in corteo a Roma. E Spadafora lancia la campagna #lapartitaditutti

next