“Non è normale che sia normale” è la campagna contro la violenza sulle donne promossa dalla Camera dei deputati e lanciata dalla vicepresidente Mara Carfagna. Non è normale, dunque, che si verifichino atti di violenza ed è “fondamentale che il messaggi circoli, che il maggior numero di persone venga raggiunto”. Ecco così che decine di persone del mondo dello spettacolo, dello sport e della cultura, hanno dato il proprio contributo per dire no ai soprusi e ai maltrattamenti: da Beppe Fiorello a Claudia Gerini, da Noemi a Bruno Barbieri.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Violenza sulle donne, Istat: “Nel 2017 in 49mila si sono rivolte ai Centri. Il 56% delle operatrici ci lavora da volontaria”

next
Articolo Successivo

Verona, convegno di Forza Nuova e ultracattolici contro l’aborto. Anpi: “Evento che richiama odio”

next