Il coordinamento dei collettivi studenteschi ha inscenato un flash mob davanti al provveditorato di Milano. Un gruppo di giovani ha srotolato uno striscione con la scritta: “Ci vogliono ignoranti, ci avranno ribelli: le scuole sicure le fanno gli studenti, i fondi per l’edilizia e per una formazione di qualità”.

I ragazzi hanno portato le macerie causate dai danni delle scorse piogge a istituti lasciati senza finanziamenti: “Sono il simbolo dello stato di devastazione della Scuola pubblica. Ci vediamo venerdì 16 novembre alle h.9.30 i largo Cairoli per il corteo del #NoSalviniDay”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Vimercate, confessa lo studente che aveva lanciato la sedia alla professoressa: “Una cosa stupida. Non volevo ferire”

next
Articolo Successivo

Roma, occupanti nell’ex Penicillina tra amianto e rifiuti: “Sgombero? Non lasciateci in strada, rischio altri ghetti”

next