“Mi rivolgo a De Falco e ai critici M5s sul provvedimento. Non siete voi dissidenti, ma il M5s che ha dimenticato il suo programma“. Lo ha detto il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri, durante il suo intervento per le dichiarazioni di voto sulla fiducia al Decreto sicurezza. E ancora:  “Ognuno risalga a bordo delle proprie coalizioni per fare politiche serie e omogenee”, ha rivendicato, provocando Salvini e la Lega. Poi, alla fine dell’intervento di Gasparri, tutti i parlamentari azzurri hanno alzato alcuni cartelli con la scritta “Sì alla sicurezza, no al governo”

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dl Sicurezza, il Pd vota contro ma usa il vocabolario di Salvini: “Il decreto produrrà più clandestini”

next
Articolo Successivo

Ambiente, Mercalli: “M5s? Ottimo programma. L’ambientalismo da salotto è quello dei complottisti”

next