“Per adesso stiamo vicino alle popolazioni colpite dai disastri nelle ultime ore e monitoriamo l’andamento delle piogge nei prossimi giorni” perché “l’allerta è ancora in atto”. Lo afferma il vice premier Luigi Di Maio intervistato sul maltempo che ha colpito tutta Italia, ricordando che “come governo abbiamo sbloccato le risorse che servivano per mettere a posto il territorio, non vogliamo più che si muoia di pioggia in Italia. E’ chiaro che per anni è stato fatto molto poco e male, il territorio è stato abbandonato e ora ci sta presentando il conto”. A questo, dice ancora Di Maio, “si aggiunge il tema dei cambiamenti climatici, su questo come Europa dobbiamo essere impegnati per abbassare le emissioni”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Decreto Sicurezza, fonti di governo: ‘Verrà messa la fiducia sul provvedimento’

prev
Articolo Successivo

Decreto sicurezza e immigrazione, inizia la discussione in Senato. Si va verso la fiducia – la diretta

next