“Per mettere in sicurezza il territorio nazionale servono 40 miliardi di euro. Mi impegno di raccogliere e spendere con l’auspicio che non arrivino letterine di contestazione da Bruxelles perché spendiamo troppo”. Lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini, oggi a Belluno dove ha sorvolato le zone colpite dal maltempo eccezionale dei giorni scorsi.

“La letterina dall’Europa arrivata nei giorni scorsi finisce in archivio per quanto mi riguarda – ha aggiunto -. Chiederemo l’attivazione del fondo straordinario di Bruxelles. I 3 miliardi già previsti visto quanto sta accadendo temo siano già insufficienti”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Prescrizione, Salvini: “La riforma va fatta bene”. Giorgetti: “Diversa nel contratto”. Ma Fraccaro: “È una misura di civiltà”

next
Articolo Successivo

Maltempo, Salvini contro ambientalisti da salotto: “Se non tocchi l’alberello e non draghi il fiume la natura presenta il conto”

next