Bagarre alla Camera dopo la bocciatura degli emendamenti presentati dal Partito democratico, a firma Chiara Braga, e da LeU, a prima firma Rossella Muroni, sul condono di Ischia contenuto nel decreto Genova. I deputati dem hanno sollevato cartelli con la scritta “No al condono Di Maio”, al grido di “onestà, onestà“, coro caro al M5s nella scorsa legislatura. Il presidente Roberto Fico ha chiesto l’intervento dei commessi per far rimuovere i cartelli.
Poco prima, tra la raffica di interventi dei deputati del Pd, è intervenuto Camillo D’Alessandro, che dalla giacca ha estratto una forchetta, mostrandola all’Aula: “Col condono si mangia”.