“Denunceremo certamente. Valuterò foto e dichiarazioni, tenuto conto che comunque il reato d’apologia è perseguibile d’ufficio”. Così Emilio Ricci, vicepresidente dell’Anpi in merito al caso di Selene Ticchi, la militante di Forza Nuova che, durante la commemorazione della marcia su Roma a Predappio, indossava una maglietta nera con la scritta “Auschwitzland”. “Dal prossimo anno a Predappio ci sarà solo una manifestazione, la nostra”. Nel pomeriggio dello stesso giorno al teatro comunale di Predappio, si è tenuta la manifestazione dei partigiani per la liberazione della cittadina romagnola dal fascismo avvenuta il 28 ottobre del 1944 con alcune centinaia di partecipanti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tap, Conte ai cittadini di Melendugno: “RIsarcimenti fino a 35 miliardi, chi lo nega non conosce legge. Date la colpa a me”

next