Il direttore di Libero, Vittorio Feltri, durante la trasmissione L’Aria che Tira (La7), racconta alcuni aneddoti contenuti nel suo ultimo libro, “Il borghese”. Tra i tanti, svela di aver lavorato da giovane in un piano-bar di Lecco: “Tra le tante stupidaggini, ho fatto anche quello. Andavo ogni domenica da Bergamo a Lecco, facevo 30 km e guadagnavo 50mila lire per 3 ore di strimpellamenti vari. Mi accorsi che, mentre suonavo, la gente continuava a bere, a distrarsi e se ne fotteva altamente del pianista”. Il giornalista narra un altro episodio, risalente ai tempi in cui dirigeva il quotidiano Bergamo-Oggi: “Ricordo che assunsi un ragazzo che credevo fosse bravissimo, e in effetti lo era. Si chiamava Giorgio Gori. Dopo qualche mese lo licenziai, perché in un giornale di provincia per non perdere lettori bisogna sentire le due campane, quella di sinistra e quella di destra. Invece Gori sentiva solo quella di sinistra. Io naturalmente lo pregai di cambiare rotta e invece lui continuò a fare questa cosa, finché non dovetti licenziarlo“. E aggiunge: “Qualche anno dopo mi telefonò Berlusconi e mi disse: ‘Caro Feltri, io la invidio, perché lei è riuscito a licenziare Gori e io non ci sono mai riuscito‘. Però devo dire che Gori è un bravissimo sindaco che ha reso Bergamo un giardino”

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Monti: “Lega? Nel 2008 partecipò alla ratifica Trattato di Lisbona, su cui si regge l’Europa. E Salvini votò a favore”

next
Articolo Successivo

Manovra, Puglisi vs Molinari (Lega): “Siete mal consigliati, non sapete nulla di teoria economica”. “Sa tutto lei”

next