“Nel giro di una generazione in Italia perderemo, in termini di popolazione, l’equivalente dell’Emilia Romagna. Perciò ci sarà bisogno di un flusso di migranti estremamente forte altrimenti non avremo nessuna possibilità di portare avanti la vita economica del Paese”. Così l’ex premier Romano Prodi, oggi presidente della Fondazione per la collaborazione tra i popoli ‘Europa e Mediterraneo” nella sua lectio magistralis al convegno nazionale dell’ Associazione Italiana dei magistrati per i minorenni e per la famiglia. “Avremo un milione in più di persone oltre i 65 anni fa nei prossimi quattro anni. Un calo che non è corretto dalle migrazioni perché l’andamento dei migranti è simile a quello del loro paese per quattro anni, al quinto anno il comportamento è identico a quello del paese di accoglienza

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pd, Richetti: “Boschi? Giro alla larga da certe scelte ma non le giudico. Mio partito tiene insieme Corbyn e Macron”

next
Articolo Successivo

Decreto Salvini in Aula, malumori tra i senatori M5S: “Una bomba sociale. Fiducia? Sarebbe uno schiaffo”

next