Schiaffi, calci e pugni nel quartiere Carmine di Brescia per ragioni politiche. La rissa, con almeno 20 persone coinvolte e 4 persone arrestate, si è verificata venerdì sera e ha visto fronteggiarsi da una parte esponenti del centro sociale Magazzino 47 e dall’altra estremisti di destra.

I due gruppi, secondo una prima ipotesi degli investigatori, si sarebbero dati appuntamento nella zona, una delle più multietniche della città, anche se la ricostruzione di quanto accaduto è ancora al vaglio della polizia che, al momento, ha arrestato alcuni protagonisti. I quattro fermati, tra i 25 e i 35 anni, secondo quanto precisato dalla questura, sono tutti skinhead legati ad un gruppo di estrema destra presente nella Curva Nord del Brescia calcio.

È stata esclusa, al momento, la presenza di esponenti di Forza Nuova, anche se le indagini della questura per identificare i partecipanti sono ancora in corso. Tutti i protagonisti della vicenda hanno riportato contusioni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ponte Morandi, l’ingegnere che lo riparò 25 anni fa: ‘Salvare le parti integre, così ci vuole un quarto del tempo per riaprirlo’

next
Articolo Successivo

Roma, soffoca la moglie e tenta il suicidio: salvato dai carabinieri. “Non potevo vederla soffrire per depressione”

next