La Francia si divide sulla sorte di un conducente di bus che, nella regione di Parigi, ha evitato di un soffio di investire un ragazzino che gli è spuntato davanti, ha fermato il mezzo, è sceso e gli ha mollato un ceffone. A termini di legge rischia il licenziamento, ma in sua difesa si pongono i sindacati, i colleghi – che hanno raccolto online 300mila firme – e anche la presidente della Regione, Valerie Pecresse, che invoca dall’azienda dei trasporti RATP “indulgenza”.

“Non avrebbe dovuto alzare le mani sul ragazzo – ha detto proprio la Pecresse, dirigente del partito di destra dei Republicains – e se ne è pentito, ma ha delle circostanze attenuanti”. Fra l’altro è stato vittima di “provocazioni e insulti” di alcuni presenti all’episodio. Il conducente ha spiegato ai superiori che il ragazzino, all’uscita di scuola, gli si era parato davanti al mezzo “in modo pericoloso”, costringendolo a “inchiodare e mettere a repentaglio l’incolumità dei passeggeri”.

Alcuni testimoni avanzano l’ipotesi che il ragazzino possa essere stato protagonista di una nuova sfida pericolosa fra coetanei, quella di gettarsi davanti a un autobus evitando poi d’un soffio di essere investiti.

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Iran, spari sulla parata militare: 29 morti e 53 feriti. Il gruppo Al-Ahwaz rivendica. Il governo: “Pagati da sauditi e Usa”

next
Articolo Successivo

Germania, donna italiana denuncia: “Ufficio immigrazione mi ha intimato di trovare lavoro entro 15 giorni o sarò rimpatriata”. Non è un caso isolato

next