“La rete sbugiarda Di Maio: il volo in economy per la visita in Cina era una balla, l’ennesima, perché il ministro ha viaggiato in business. Lo conferma il posto del biglietto mostrato durante la diretta video dove Di Maio prende in giro gli italiani”. Lo scrive su twitter Michele Anzaldi (Pd), postando un frame del video in cui si vede il vicepremier mostrare la carta d’imbarco con il posto assegnato.

La risposta di Di Maio non si fa attendere. Il ministro si affida nuovamente ad Instagram dove pubblica tre video nei quali mostra i biglietti aerei che recitano chiaramente Economy: “Quelli del Pd sono talmente abituati agli Air Force Renzi che pensano che sia impossibile che il vice presidente del consiglio e ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro possa andare in Cina con un volo di linea in Economy. Bè io l’ho fatto. E in tre mesi e mezzo da ministro non ho mai preso l’aereo di Stato. Quel parlamentare del Pd ha detto solo un’altra fake news. In questo video c’è la verità. Adesso torno a lavorare per creare opportunità per le nostre imprese in Cina!”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Manovra, Travaglio: “Tria irremovibile su deficit all’1,6%? Confido che abbia deciso responsabilmente suo incarico”

prev
Articolo Successivo

Ferrovie Appulo Lucane, Toninelli nomina un imputato per truffa nel cda. Scoppia la polemica, lui rinuncia all’incarico

next