“Non voglio entrare in uno scontro” con chi chiede di rallentare sui tagli alle pensioni: ma nel contratto di governo “abbiamo scritto che vogliamo tagliare le pensioni d’oro: se qualcuno vuol dire che il contratto non si deve attuare lo dica chiaramente, altrimenti si va avanti”. Lo ha affermato il vicepremier Luigi Di Maio in conferenza stampa nel corso della sua visita in Egitto.
“Sia chiaro – ha aggiunto – che agiamo su persone che prendono dai 4 mila euro netti in su, se non hanno versato i contributi” relativi agli assegni eppure, osserva Di Maio, “si stanno trattando queste persone come disperati che adesso dobbiamo andare a salvare”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caso Regeni, Di Maio in Egitto: “Auspico una svolta entro fine anno. Utile per la normalizzazione dei rapporti”

next
Articolo Successivo

Di Maio: “Attacco speculativo? Per motivi politici. Su dati economici siamo tranquilli, con la manovra via alle riforme”

next