“Se dovesse esserci un attacco speculativo sarà per ragioni politiche perché sulle ragioni economiche del nostro Paese non solo siamo molto tranquilli ma da settembre presenteremo un piano delle riforme, che va dalla sburocratizzazione agli investimenti alla riforma fiscale, al reddito di cittadinanza, che è la nostra road map per far crescere l’economia. Saranno le riforme con cui accompagneremo la legge di bilancio”. Lo afferma il vicepremier Luigi Di Maio da Il Cairo.

“Non stiamo chiedendo aiuto a nessuno perché non c’è un attacco speculativo, qualora dovesse esserci ci aspettiamo di capirne la natura, perché l’Italia non è nuova ad attacchi speculativi per far cadere il governo”. Così il vicepremier risponde a chi gli chiede se l’Italia abbia chiesto un aiuto alla Bce.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pensioni d’oro, Di Maio avverte: “Si va avanti fino alla fine. Se c’è qualcuno che non vuole attuare contratto lo dica”

next
Articolo Successivo

Fondi Ue, Boccia (Pd): “Oettinger? Sto dalla parte di Di Maio. Veto sul bilancio europeo non è eresia”

next