“La normalizzazione dei nostri rapporti con l’Egitto non può che passare per la verità sulla morte di Giulio Regeni. Auspico che entro la fine dell’anno possa esserci una svolta” nel caso Regeni. Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio, in visita al Cairo, in Egitto dopo l’incontro con il presidente egiziano Al Sisi, il quale, ha raccontato il vicepremier, nel corso del vertice “ha detto che Giulio Regeni è uno di noi”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Pensioni d’oro, Di Maio alla Lega: “No al ricalcolo? Se qualcuno non vuole attuare il contratto, lo dica”

prev
Articolo Successivo

Pensioni d’oro, Di Maio avverte: “Si va avanti fino alla fine. Se c’è qualcuno che non vuole attuare contratto lo dica”

next