“La normalizzazione dei nostri rapporti con l’Egitto non può che passare per la verità sulla morte di Giulio Regeni. Auspico che entro la fine dell’anno possa esserci una svolta” nel caso Regeni. Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio, in visita al Cairo, in Egitto dopo l’incontro con il presidente egiziano Al Sisi, il quale, ha raccontato il vicepremier, nel corso del vertice “ha detto che Giulio Regeni è uno di noi”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Pensioni d’oro, Di Maio alla Lega: “No al ricalcolo? Se qualcuno non vuole attuare il contratto, lo dica”

next
Articolo Successivo

Pensioni d’oro, Di Maio avverte: “Si va avanti fino alla fine. Se c’è qualcuno che non vuole attuare contratto lo dica”

next