Non era di suo gradimento la fototessera sulla carta d’identità scattata cinque anni prima, per questo un 52enne originario della provincia di Foggia ha pensato di sostituirla con un selfie che lo ritraeva con un panorama alle spalle.

Il documento al momento di un check-in in albergo non ha però convinto l’addetto alla reception che ha segnalato l’accaduto alla polizia. La decisione presa in autonomia è costata all’uomo la formalizzazione dell’accusa di possesso di documento di identificazione falso.

Giunti all’albergo, gli agenti si sono fatti consegnare la carta d’identità e hanno fermato l’uomo che stava rientrando in camera dopo essere stato in piscina. Il 52enne ha candidamente confessato ai poliziotti che la foto del documento non era di suo gradimento e che perciò aveva deciso di sostituirla con una propria fotografia ignorando che fosse un reato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Calabria, il dramma delle bambine sopravvissute: “Una ha perso entrambi i genitori e l’altra il papà”

next
Articolo Successivo

Pedofilia, Bergoglio incontrerà le vittime in Irlanda. “Il Papa desidera ascoltarle”

next