Non era di suo gradimento la fototessera sulla carta d’identità scattata cinque anni prima, per questo un 52enne originario della provincia di Foggia ha pensato di sostituirla con un selfie che lo ritraeva con un panorama alle spalle.

Il documento al momento di un check-in in albergo non ha però convinto l’addetto alla reception che ha segnalato l’accaduto alla polizia. La decisione presa in autonomia è costata all’uomo la formalizzazione dell’accusa di possesso di documento di identificazione falso.

Giunti all’albergo, gli agenti si sono fatti consegnare la carta d’identità e hanno fermato l’uomo che stava rientrando in camera dopo essere stato in piscina. Il 52enne ha candidamente confessato ai poliziotti che la foto del documento non era di suo gradimento e che perciò aveva deciso di sostituirla con una propria fotografia ignorando che fosse un reato.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Calabria, il dramma delle bambine sopravvissute: “Una ha perso entrambi i genitori e l’altra il papà”

prev
Articolo Successivo

Pedofilia, Bergoglio incontrerà le vittime in Irlanda. “Il Papa desidera ascoltarle”

next