Due rapine a distanza di tre giorni vicino alla stazione Termini, a Roma. Grazie alle  indagini degli investigatori del commissariato Viminale, sono finiti in manette due dei rapinatori. Il modus operandi era lo stesso: aspettavano le vittime all’uscita di un noto fast food di via Giolitti, poi, con la complicità di altri giovani, le aggredivano con pugni e calci.
Gli agenti, dopo un’attenta visione delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona, sono riusciti a identificare tre dei responsabili delle rapine: N.M.A. 18enne tunisino e E.C.M.M. 30enne egiziano, entrambi con numerosi precedenti penali. I due sono stati rintracciati e sottoposti a fermo di Polizia Giudiziaria, mentre il terzo, S.M.A.S. egiziano di 22 anni, al momento risulta irreperibile.
Il primo è uno degli autori della rapina avvenuta il 04.08.18 in via Giolitti ai danni di uno straniero, che in compagnia di altri amici, è stato rapinato e picchiato. A seguito dell’aggressione la vittima è stata ricoverata per le lesioni subite tra cui la frattura dell’orbita. Il secondo episodio invece, è avvenuto il 7 agosto scorso: i due giovani, dopo essersi avvicinati a una coppia, hanno aggredito il ragazzo strappandogli la collana e poi si sono dileguati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nubifragio a Segrate, alberi abbattuti e auto distrutte. Il Comune: “Sembra la Thailandia dopo i monsoni”

next
Articolo Successivo

Neonato morto a Brescia per un batterio, indagata tutta l’equipe della terapia intensiva degli Spedali Civili

next