Al largo di San Pietro in Bevagna, in una delle aree più visitate della Puglia, è stato scoperto un antico tesoro. Il sub Fabio Matacchiera, insegnante e fondatore del Fondo antidiossina, ha trovato a centinaia di metri dalla costa i resti di un antico molo. Secondo gli esperti, si tratterebbe di un molo risalente all‘età romana o ellenistica (dunque IV o V secolo a.C.). “Ha una lunghezza di circa 240 metri – ha scritto Matacchiera su Youtube, dove ha pubblicato il video – sono misure decisamente importanti, considerato che strutture simili trovate nel Mediterraneo non superano i 150-180 metri”. Il molo è costituito da blocchi di pietra da uno a quattro metri di lunghezza.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Svizzera, l’impressionante colata di fango e detriti colpisce Chamoson. Auto distrutte, strade e case danneggiate

prev
Articolo Successivo

Grillo e la gag in spiaggia: un euro ai bagnanti che vogliono la “sua” ombra. E su Facebook scrive: “Tempi di crisi”

next