Attacchi fisici, insulti personali, slogan di odio: l’antisemitismo in Germania è in aumento. I nuovi dati parlano di 401 reati denunciati nei primi mesi del 2018 rispetto ai 362 dello stesso periodo dell’anno precedente: il 10,7% in più. Lo ha reso noto la risposta del governo tedesco all’interrogazione presentata al Bundestag dalla deputata Petra Pau (Die Linke). La maggior parte dei crimini sono motivati da un’ideologia di estrema destra: sono 349. Ma sono in aumento anche tutti gli altri: quelli motivati da ideologie di estrema sinistra (6), da ideologie straniere (12) e religiose (9). In generale, i reati commessi da persone legate al neonazismo in Germania sono stati più di 7mila nei primi sei mesi del 2018, con 374 atti violenti e almeno 201 persone ferite.

I numeri sono provvisori, perché i fatti possono ancora essere segnalati. Le istituzioni ebraiche, dal Zentralrat der Juden al Antisemitismusbeauftragte der Bundesregierung, parlano di dati che mostrano “solo la punta dell’iceberg“, denuncia il delegato governativo all’antisemitismo Felix Klein. “Invito tutte le parti della società a opporsi alla crescente brutalizzazione e all’odio – continua Klein parlando alla Dpa – l’antisemitismo non dovrebbe avere alcun posto in Germania, non importa da dove provenga.” Il presidente del Zentralrat Josef Schuster ha definito il numero di reati “sconvolgente“.

Di gran lunga la maggior parte dei crimini antisemiti sono stati registrati finora a Berlino (80), seguita dalla Baviera (43). Nella capitale tedesca, spiega il Tagesspiegel, i reati hanno avuto un’impennata tra aprile e giungo (54), compresi quattro atti di violenza. La maggior parte sono stati commessi da antisemiti di estrema destra, ma ci sono stati anche sospetti identificati come mossi da “ideologia straniera”. Si riferiscono, ad esempio, a stranieri che attaccano gli ebrei per odio nei confronti di Israele.

In Baviera invece il ministro dell’Interno Joachim Herrmann (Csu) ha avvertito martedì della presenza di “ronde organizzate da estremisti di destra”. La presenza di migranti causa timori nella popolazione, ha detto Herrmann alla presentazione del rapporto sulla protezione della costituzione bavarese. Neonazisti sono stati trovati a pattugliare la stazione di Monaco e anche a Würzburg, Augusta e in altre città, i membri bavaresi del gruppo estremista di destra “Soldati di Odino” hanno organizzato “passeggiate” per le strade.