Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, in visita alla fiera di Nerviano (comune a guida leghista in provincia di Milano) si dice soddisfatto delle correzioni al decreto dignità dopo il passaggio alla Camera (ora tocca al Senato) e rispetto alle critiche avanzate da Confindustria sul tema, torna invece ad attaccare solo la Cgil.
Sul taglio alle cosiddette pensioni d’oro (previsto dal contratto di governo sugli assegni superiori ai 5mila euro mensili nella parte non coperta dai contributi versati) rinviato a settembre, come annunciato questa mattina dal ministro del Lavoro Luigi Di Maio (ad Agorà, Rai3) dice: “Giusto tagliare le pensioni da 5-6mila euro netti al mese, per coloro che non hanno copertura di contributi, così come abbiamo tagliato i vitalizi“.