Un ragazzo di 25 anni è morto fulminato a Santa Maria Capua Vetere (Caserta) dopo aver toccato un palo dell’illuminazione. Secondo le prime ricostruzioni, Giovanni Cepparuolo, nella notte tra il 5 e il 6 agosto, è rimasto folgorato mentre cercava di scavalcare il cancello del giardino dove abita la fidanzata: la ragazza si era dimenticata le chiavi e per non svegliare i genitori, i due hanno deciso di provare a trovare un altro modo per entrare. Il giovane è morto sul colpo dopo aver toccato un lampioncino.

Intorno alle 4.30 del mattino sono arrivati sul posto i vigili del fuoco e due ambulanze, ma i tentativi dei medici di rianimare il 25enne sono stati vani. Cepparulo lavorava nella rosticceria dei genitori e il mese prossimo si sarebbe dovuto sposare. I poliziotti del Commissariato di Santa Maria Capua Vetere stanno cercando di capire come sia potuto accadere e se vi siano responsabilità in chi doveva realizzare la manutenzione. Le forze dell’ordine hanno avviato un’indagine e l’area è stata posta sotto sequestro.