Dal Vaticano è arrivato un decreto di sospensione a divinis che vieta ogni attività ministeriale per Gracijana Stipu Gazperova, sacerdote francescano accusato da più parti di abusi sessuali su minorenni a Spalato, in Croazia. Adesso l’uomo dovrà ritirarsi a una condotta di vita riservata. L’apertura dell’inchiesta diocesana risale all’11 maggio scorso e già il primo verdetto non era stato positivo per l’uomo.

Padre Gazperova era una persona stimata a Spalato e da diversi anni dirigeva un coro di voci bianche ma ai primi di aprile era stato sospeso dalle sue mansioni per decisione dei superiori. Alla stampa locale, l’arcivescovo Marin Barisic aveva ammesso che la motivazione risiedeva in un “possibile reato” senza però specificarne la natura, con l’intento di “proteggere la reputazione di tutti, in primo luogo della vittima”. Pochi giorni dopo, il giornale Slobodna Dalmacija aveva riportato che almeno due uomini avevano dichiarato di “essere stati abusati sessualmente dal frate nel corso degli anni”.

Stando alla stampa locale una delle vittime ha prima chiesto dei soldi ai francescani – ordine a cui appartiene Padre Gazperova. “15mila euro in cambio del suo silenzio” sarebbe stata la richiesta che “ha successivamente aumentato, chiedendo anche un appartamento“, ma “i frati hanno a quanto pare rifiutato”, si legge nell’articolo del giornalista croato Jutarnji List – e come riporta Il Sismografo. A quel punto, spiega il quotidiano Il Piccolo, “l’uomo si è deciso a denunciare il caso, avendo prima l’accortezza di trovare altre due vittime con cui fare fronte comune”. L’arcidiocesi, sotto l’insistenza della stampa a seguito delle accuse della vittima, aveva annunciato “di aver nominato un giudice d’inchiesta e dei notai a cui è stato affidato il compito di far luce sui fatti, le circostanze e le responsabilità“.

Il decreto di sospensione  è stato notificato dal Vaticano il primo agosto al sacerdote francescano , Gli atti poi sono stati mandati in Vaticano e con la firma degli organi competenti e in nome del Papa è arrivata la misura, immediatamente esecutiva, di sospensione definitiva dall’esercizio del ministero sacerdotale. A rendere nota la notizia è il sito vicino alla Santa Sede Il Sismografo.