Danilo Toninelli, ministro alle Infrastrutture, ha presentato in Senato le linee guida del suo dicastero. In particolare, sulla Tav ha detto: “Il governo attuerà la revisione dell’opera nell’ottica di una stima dei costi e dei benefici. Dopo l’analisi, una volta verificata l’utilità dell’opera, il governo potrà valutare l’eventuale vantaggio e gli eventuali costi di tutte le alternative che saranno ipotizzate, compresa quella di recedere dalla prosecuzione dei lavori“. In un altro passaggio Toninelli, sempre sulla Torino-Lione, ha affermato: “La revisione complessiva contempla anche l’abbandono del progetto“.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Musei, il ministro Bonisoli: “Stop all’obbligo delle domeniche gratuite. Rischiamo di svalutare i nostri siti”

next
Articolo Successivo

Salvini-Di Maio, sui ragazzi in carriera incombe il referendum in Val Susa

next