Luigi Di Maio e Danilo Toninelli sono saliti a bordo dell’Airbus di Stato all’arrivo nell’hangar di Fiumicino, prima di incontrare i giornalisti davanti all’aereo.  I due hanno ricordato i costi e il risparmio per lo Stato, pari a circa 108 milioni. “Ci sono 300 posti a sedere e non è mai stato utilizzato – ha detto Di Maio mostrando l’interno dell’aereo in una diretta su Facebook – E Renzi voleva spendere altri 20 milioni per farci anche la vasca e la camera da letto”. Per Toninelli l’Airbus è la “rappresentazione della megalomania di Renzi”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Dl dignità, Salvini a Berlusconi: “Io non blocco nulla. Stia tranquillo, governo lavorerà a lungo”

prev
Articolo Successivo

Firenze, al via la festa di Sinistra italiana: “Persi nostri valori. Ripartire? Solo se torniamo a difendere gli ultimi”

next